Ritorno alla quotidianità: non solo doveri, perché è importante ritagliarsi del tempo con i figli?

Ricomincia la routine quotidiana tra lavoro, scuola e impegni pomeridiani ed è facile ricadere nel solito “tran tran” e ridurre drasticamente il tempo trascorso insieme.  Sarebbe positivo il fatto di trovare un “tempo” condiviso. Non è importante quale attività potete svolgere insieme, ma il fatto di stare insieme, parlare e condividere un tempo di qualità. Bambini e ragazzi hanno bisogno di sapere che i loro genitori si interessano a loro e al loro mondo.

genitore figlio

Durante le vacanze genitori e figli hanno avuto l’opportunità di passare più tempo libero insieme, dedicandosi ad attività differenti da quelle del periodo scolastico e condividendo più momenti di riposo e divertimento. 


Il rientro dopo un periodo di vacanza e relax

Il rischio principale è quello di ricadere subito nella solita routine quotidiana: i ritmi sono pressanti, le agende di genitori e figli si riempiono di attività, si ricomincia con compiti, interrogazioni ed ansia per i voti. Soprattutto quando sono più grandi, si rischia di comunicare con i figli solo attraverso frasi come “hai fatto i compiti?”, “a che ora torni?”, “hai riordinato la tua stanza?”, oppure, nel caso dei più piccoli, il tempo trascorso insieme rischia di essere dedicato quasi esclusivamente ai compiti per casa o al fare da taxi tra un’attività e l’altra.

È necessario, invece, trovare dei momenti dedicati a loro, in cui fare insieme semplici ma piacevoli attività o anche solo giocare o parlare dei loro interessi, per coltivare la quotidianità e trasmettere loro il messaggio che il genitore, nonostante tutte le fatiche, c’è sempre, non solo durante le pause e le vacanze.

Perché è importante condividere momenti spensierati insieme?

Certamente in alcuni momenti può essere molto faticoso, ma è fondamentale creare sempre occasioni per stare insieme, nutrire il rapporto e divertirsi, anche durante la routine quotidiana. Le vacanze permettono di approfittare del maggiore tempo libero a disposizione, ma è importante che il ritorno alla “normalità” non annulli o riduca drasticamente i momenti di condivisione e divertimento.

Le difficoltà possono aumentare se i figli sono già preadolescenti o adolescenti, perché desiderano anche trascorrere più tempo con amici e coetanei, si resta spesso focalizzati sul fatto che si hanno interessi diversi e si rischia di andare più facilmente incontro a un rifiuto del figlio di fare qualcosa insieme.

L’aspetto importante non è l’attività in sé, ma il fatto di stare insieme, parlare e condividere un tempo di qualità. Bambini e ragazzi hanno bisogno di sapere che i genitori si interessano a loro e al loro mondo.

Mettetevi nei panni di vostro figlio e proponetegli delle attività da fare insieme, come andare al cinema a guardare un film, fare shopping, fare sport, cucinare, divertirsi ai videogiochi. Sono tutti momenti positivi che aiutano a rinforzare la relazione.


Anche al genitore fa bene condividere con il figlio momenti divertenti, perché questo significa conoscerlo davvero, sapere cosa pensa e cosa gli piace, esserci ed essere un punto di riferimento, in caso di bisogno.

Fonte: http://www.adolescienza.it/sos/sos-genitori-adolescenti/ritorno-alla-quotidianita-non-solo-doveri-perche-e-importante-ritagliarsi-del-tempo-con-i-figli/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close