L’umorismo nel rapporto di coppia

Nella coppia la soddisfazione è legata alla valutazione positiva del senso dell’umorismo dell’altro, che ha un ruolo importante anche nel corteggiamento

L’umorismo nel rapporto di coppia

Le persone dotate di un buon senso dell’umorismo sono anche caratterizzate da altri tratti desiderabili, quali l’essere amichevoli, disponibili, estroversi, piacevoli, interessanti e stabili emotivamente. Per questo motivo, il senso dell’umorismo è spesso utilizzato come fattore guida nella ricerca del partner.

L’umorismo risulta essere un fattore molto importante nella scelta del partner: le persone, infatti, preferiscono avere relazioni con chi è capace di far divertire, non solo perché ridere facilita la relazione, ma anche perché gli individui dotati di senso dell’umorismo riescono a reagire in maniera più positiva agli imprevisti e alle difficoltà della vita (Dionigi & Gremigni, 2010; Tornquist & Chiappe 2015).

Nel corso degli anni, sempre più studiosi si sono avvicinati a questo tema, cercando di cogliere l’essenza e l’importanza del ridere insieme, nel legame di coppia. Ad esempio, in uno studio condotto venti anni fa, in cui vennero intervistate 700 persone (Sprecher & Regan, 2002), aveva mostrato come il senso dell’umorismo sia una delle caratteristiche maggiormente ricercate nel partner, insieme all’affettuosità e all’estroversione. Il motivo di questa attenzione è dato dal fatto che gli individui più simpatici sono anche quelli maggiormente in grado di risollevare il morale del partner, in quanto non si lasciano scoraggiare dalle avversità della vita.

A suffragare l’idea che l’umorismo sia un importante fattore nel favorire l’intimità, vi sono i risultati di uno studio condotto da Fraley & Aron (2004). I ricercatori chiesero a coppie di sesso diverso di svolgere insieme un compito: ad una parte del campione fu assegnato un compito divertente, all’altra un compito non divertente. Come previsto, le coppie impegnate in un’attività divertente condividevano risate e un maggiore sentimento di intimità rispetto alle altre impegnate in un compito non divertente.

Come visto, vi sono buone indicazioni che ridere insieme sia un fattore di protezione dei rapporti affettivi. Qui di seguito viene approfondito il ruolo dell’umorismo in due ambiti specifici: il corteggiamento ed il matrimonio.

Umorismo e corteggiamento

Una recente revisione della letteratura (Hofmann et al., 2020), condotta per valutare la variabilità di genere nell’utilizzo dell’umorismo, ha evidenziato che la maggioranza degli studi effettuati per valutare le differenze di genere nelle risposte umoristiche, ha riportato come uomini e donne, tendenzialmente, mostrino preferenze diverse.

Uno dei risultati emersi in questo articolo è la differenza nel modo in cui entrambi i sessi tendono a rispondere a commenti umoristici in base al contesto delle relazioni e all’attrazione interpersonale. Bressler e colleghi (2006) hanno chiesto a uomini e donne di stabilire la piacevolezza del partner, in riferimento al fatto che valutassero positivamente o meno il proprio umorismo. Lo studio ha rilevato che entrambi i sessi tendono a percepire in maniera più positiva chi apprezza il proprio umorismo, mentre sono le donne a reputare in maniera più importante la capacità di essere divertente nel partner. Una scoperta che è stata replicata anche da diversi autori (Bressler & Balshine, 2006, Hone et al., 2015; Tornquist & Chiappe, 2015) mostrando come le donne appaiono maggiormente sensibili all’umorismo maschile in fase di corteggiamento, rispetto a quanto non succeda agli uomini. Quindi, almeno nelle situazioni di corteggiamento, i ruoli di genere tradizionali prevalgono quando si tratta di umorismo.

Inoltre, emerge che gli uomini tendano a produrre un numero di commenti umoristici maggiore rispetto alle donne quando si trovano in compagnia mista, sottolineando come l’apprezzamento dell’umorismo maschile da parte delle donne è correlato con l’interesse nell’intrattenere una relazione romantica (Wilbur & Campbell, 2011). Fra le varie motivazioni per spiegare questo fenomeno, alcuni autori sostengono che le differenze di genere nella produzione di umorismo possano essere dettate da una prospettiva evoluzionistica, favorendo quindi la possibilità di essere selezionati come partner. Tuttavia, guardando alla qualità del contenuto umoristico, solo l’umorismo affiliativo, e non quello aggressivo, viene percepito positivamente dalle donne, mentre gli uomini hanno risposto allo stesso modo a entrambi i tipi di umorismo (Cann et al., 2016). Infine, in uno studio sperimentale (Bippus et al., 2012) sono state presentate ad un gruppo di partecipanti misto una serie di vignette raffiguranti una femmina o un maschio che utilizzano l’umorismo per rispondere alle lamentele dei loro partner. Gli uomini hanno valutato le vignette come più divertenti e si sono dimostrati più propensi a controbattere rispetto alle donne.

Umorismo e matrimonio

Un dato interessante proviene dal fatto che, nelle coppie sposate, la soddisfazione del rapporto sia legata alla valutazione positiva del senso dell’umorismo dell’altro: più le coppie sono soddisfatte, più affermano che il partner ha un grande senso dell’umorismo, a prescindere dal reale apprezzamento delle sue battute (Martin, 2010).

A tal proposito, c’è chi parla anche di umorismo come “linguaggio segreto” (Ziv, 1984). Lo humor fungerebbe la funzione di specifica tipologia di comunicazione privata, comprensibile solo dai partner, che permette di divertirsi insieme e aumentare la soddisfazione del proprio rapporto. Questa teoria è confermata anche da una ricerca successiva (Lauer et al., 1990), in cui vennero intervistate un gruppo di coppie sposate da almeno 45 anni, che confermarono che ridere frequentemente con il proprio partner è uno dei tre aspetti più importanti per il successo del matrimonio, insieme all’affettuosità e all’estroversione. In maniera simile, un altro aspetto legato alla soddisfazione di coppia è dato dalla presenza di quello che viene definito “bonding humor” (legame umoristico, Bippus, 2000). Si tratta di una particolare forma di umorismo, specifico per ogni coppia, che ha lo scopo di aumentare l’intimità, il sostegno, il rafforzamento ed il supporto reciproco nei momenti difficili.

Studi basati sull’analisi della conversazione di discussioni fra coniugi della durata di circa 15 minuti mostrano che gli individui maggiormente soddisfatti sono coloro che utilizzano più contenuti umoristici e che ridono di più insieme (Gottman, 2008). Un altro interessante studio (Gottman et al., 1998) ha rilevato come l’uso di espressioni umoristiche delle mogli durante una discussione problematica sia indicativo di una maggiore stabilità matrimoniale. Proprio in ragione del fatto che i mariti, rispetto alle mogli, si infervorano di più durante le discussioni, i risultati di questo studio dimostrano come la comicità utilizzata dalle donne sia in grado di svolgere un’azione positiva per la relazione di coppia, placando le reazioni degli uomini quando queste si fanno eccessive.

Bazzini e colleghi (2006) hanno dimostrato che non solo condividere esperienze divertenti, ma anche ricordare vicende passate e ridere di avvenimenti (anche non divertenti) accaduti nel passato aiuta a mantenere a lungo relazioni sentimentali. L’abilità di ridere di eventi neutri o potenzialmente negativi (come ad esempio un incidente imbarazzante) porta ad una migliore percezione di solidità e soddisfazione della relazione. Le coppie che ricordano eventi divertenti vissuti da entrambi ridono di più rispetto a quelle che richiamano alla mente situazioni nelle quali il partner non era coinvolto. Questa condivisione più leggera porta a una migliore elaborazione critica e rivalutazione positiva dell’evento, facendo in modo che questo possa essere re-interpretato e percepito nuovamente come divertente.

Riassumendo, gli studi condotti finora hanno permesso di dimostrare come l’umorismo sia un fattore importante sia nella costituzione iniziale della coppia, sia nel mantenimento della relazione, ma solo se si tratta di un umorismo positivo e bonario. Inoltre, nella vita quotidiana, in cui ci si deve confrontare con numerosi stressors, l’umorismo del partner appare essere una risorsa preziosa per la regolazione delle emozioni.


Fonte: https://www.stateofmind.it/2021/03/umorismo-coppia-relazioni/

Un pensiero riguardo “L’umorismo nel rapporto di coppia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close