A Star Is Born: l’altro volto della fama

Affrontare lo stress di un tour, dormire in un posto diverso ogni notte e dover dare il massimo di fronte a un pubblico enorme che si aspetta il meglio di te non è affatto un compito facile. Per questo molti artisti hanno problemi di alcolismo, droga e depressione.

A Star Is Born: l'altro volto della fama

“A Star Is Born” è una storia di sentimenti, di discesa agli inferi, di amore… Una storia dura, ma molto reale che ci inviterà a riflettere su vari temi legati al mondo dello spettacolo. Tutto questo, insieme ad alcuni brani musicali eccezionali, ne fa un film ricco di emozioni.

Uno dei film che negli ultimi anni ha acceso gli animi sin dall’anteprima nell’ottobre 2018 è stato A Star Is Born, il film di Bradley Cooper che ha fatto innamorare gran parte del pubblico.

Ha ricevuto 7 nomination agli Oscar, tra cui miglior film, miglior attore protagonista e migliore attrice protagonista. La pellicola è stata anche tra i preferiti ai Golden Globe, eppure si è dovuto accontentare solo del premio per la migliore canzone originale.

A Star Is Born è un film che affonda le sue radici nel mondo della musica, mostrandoci tutte le sue sfaccettature: dia musicisti sognatori che muovono i primi passi nei night club agli artigli affilati della potente industria discografica.

Uno scenario che Lady Gaga conosce in prima persona e che le permette di brillare di luce propria, regalandoci brani spettacolari, da pelle d’oca.

A Star Is Born ha messo a tacere la critica

Spesso se l’opera originale è molto conosciuta e rispettata, il remake riceve recensioni negative anche prima della sua uscita. Nel caso di A Star Is Born l’ombra del passato era incombente, dato che esistevano ben due versioni precedenti.

Rispetto all’originale uscito nel 1937, la storia che ci viene raccontata è leggermente diversa: i protagonisti non erano musicisti, bensì attori. Ma la storia d’amore e il dramma straziante sono sempre presenti.

La diversa prospettiva non si deve a Bradley Cooper, ma a Frank Pierson che nel 1976 ha portato al cinema la storia interpretata da Barbra Streisand e Kris Kristofferson.

A Star Is Born ha generato entusiasmo perché, oltre a essere un remake, ha consacrato Cooper alla regia e Lady Gaga al cinema. Due volti noti che hanno deciso di farsi strada esplorando nuove forme artistiche.

Lady Gaga aveva già mosso i primi passi nel mondo della recitazione con un piccolo ruolo e come protagonista nella quinta stagione della serie American Horror Story. Ma un lungometraggio è tutta un’altra storia.

Contro ogni previsione, il film ha ottenuto il plauso della critica. Entrambi eccezionali, e la voce di Lady Gaga riesce a placare il dramma e l’oscurità che il film porta con sé.

Scena di A Star Is Born.

La persona dietro l’artista

Molte volte idealizziamo così tanto gli artisti da dimenticarci che, dietro la maschera, c’è una persona reale che sente e vive proprio come noi. L’industria e i mass media, in parte, hanno contribuito a questa idealizzazione. Così gli artisti cessano di essere persone e diventano prodotti, oggetti di consumo.

Affrontare lo stress di un tour, dormire in un posto diverso ogni notte e dover dare il massimo di fronte a un pubblico enorme che si aspetta il meglio di te non è affatto un compito facile. Per questo molti artisti hanno problemi di alcolismo, droga e depressione.

Come se non bastasse, sono sempre sotto gli occhi di tutti: tutto quello che fanno e che dicono viene messo in discussione, anche il loro aspetto fisico. Il mondo delle immagini sembra andare di pari passo con la musica e il cinema.

Abbiamo trasformato gli artisti in modelli, sebbene questo non sia il loro ruolo. Tutto ciò viene accuratamente presentato in A Star Is Born.

Jakson e Ally, personaggi di A Star Is Born

Jakson è un musicista famoso, ma con un serio problema di alcol e droga. Ally è una giovane cameriera con una grande passione per la musica, ma deve accontentarsi di esibirsi in una discoteca dove condivide il palco con alcune drag queen.

Le loro strade si incrociano in questo ambiente notturno: Jakson rimane affascinato dalla voce di Ally e anche dal suo modo di fare naturale e innocente. Grazie a Jackson, Ally raggiungerà la fama, ma dovrà liberarsi della sua essenza, dei suoi testi, persino dei suoi capelli.

Spesso giudichiamo gli artisti che si vendono, che mettono da parte la loro identità per farsi avanti nella scena musicale. Quello a cui non pensiamo è che spesso non hanno altra scelta per mostrare il loro talento naturale.

Jakson giudica Ally, perché non si è venduto come lei. Eppure, è vittima di un altro dei mostri della fama: le dipendenze.

La fama, un’arma a doppio taglio

È difficile immaginare cosa significa essere un personaggio dello spettacolo, ma A Star Is Born riesce ad avvicinarsi a questa realtà, distruggendo il paradiso idilliaco che ci hanno venduto e raccontandoci una storia molto umana in un mondo totalmente disumanizzato.

La situazione di Jackson è molto tragica: ha tutto per essere felice eppure vive in un inferno da cui è tremendamente difficile uscire. Ally lo sosterrà fino alla fine, perdonando persino ciò che sembrava imperdonabile, con amore e comprensione.

Capisce che Jackson è malato, che nonostante l’abbia più volte umiliata pubblicamente, non merita di essere condannato per questo. Ciononostante, il suo manager pensa solo ai suoi affari e intima a Jackson di starle lontano perché le rovinerà la vita.

Queste parole, dette a una persona vittima della dipendenza e con problemi di autostima, innescano un finale drammatico.

Lady Gaga che piange.

Una parabola ascendente e discendente

Jackson è malato e quelle parole sono un duro colpo per la sua autostima, motivo per cui decide di mettere fine alla sua vita. Nella scena finale, vediamo che Ally è già un’artista affermata, non ha più bisogno di artifici per dimostrare il suo talento e rende un fantastico tributo al suo defunto marito.

Così, assistiamo alle due parabole innescate da un’industria spietata come può essere quella discografica: l’ascesa di Ally e la discesa agli inferi di Jackson.

In A Star Is Born Lady Gaga è perfetta. Anche lei, come Ally, ha iniziato a cantare nei bar fino a diventare l’eccentrica artista che conosciamo oggi. Ma se esaminiamo la sua carriera musicale, notiamo la sua grande evoluzione.

Nelle sue prime canzoni, la sua voce non è l’aspetto più importante; negli ultimi anni invece Lady Gaga è diventata un’artista rispettata e nessuno dubita più delle sue doti di cantante.

Gli artisti crescono, si reinventano e si evolvono. Lady Gaga non ha perso il suo carattere eccentrico, ma ci ha mostrato che c’è qualcosa di più oltre un viso grazioso e una ragazza “strana”. Ha un grande talento come cantante e ci ha piacevolmente sorpreso anche come attrice.

A Star Is Born ci regala una storia piena di sentimenti, amore e comprensione. Una bella storia moderna che fa appello a un’umanità di cui pare vogliano privarci.

Fonte: https://lamenteemeravigliosa.it/a-star-is-born-laltro-volto-della-fama/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close