Pensieri tossici vs pensieri positivi

I limiti esistono solo nella vostra mente. Le possibilità sono infinite.

In questo preciso momento, mentre state leggendo questo articolo, potete vedere le cose in due modi: o tutto rosa e fiori oppure tutto nero. Se scegliete la seconda opzione, è probabile che si verifichino cose brutte e negative, quelle che tanto vi tormentano. È una questione di libero arbitrio, tanto semplice quanto complessa.

Fin da piccoli siamo influenzati a percepire la realtà in un certo modo. I nostri genitori, la scuola, i nostri amici e i mezzi di comunicazione ci condizionano con il loro modo di vedere la vita, nel bene o nel male. Per certi aspetti, assomigliamo un po’ a dei software che vengono installati nell’hard disk e si avviano automaticamente… a meno di non riprogrammarli.

Fortunatamente, negli ultimi anni la scienza ha dimostrato che il nostro cervello è piuttosto malleabile, ha, cioè, una proprietà chiamata neuroplasticità che gli permette di generare nuovi circuiti neuronali, quindi di rinnovarsi e rigenerarsi di continuo.

Questo significa che i nostri pensieri sono delle risorse rinnovabili e che, indipendentemente dai pensieri con cui siamo cresciuti, ad esempio, che non siamo degni di essere amati o che non possiamo avverare i nostri sogni, questi sono perfettamente reversibili… ed è necessario che lo siano.

Cancella tutto e ricomincia

La prima cosa da fare è rendersi conto che nel nostro cervello c’è un programma che funziona in maniera meccanica per poi identificare quei pensieri negativi che non servono a nulla.

Fate una lista di tutte le idee negative che avete per quanto riguarda i diversi ambiti della vostra vita: individuale, professionale, intellettuale, finanziaria, di coppia, sociale, salute, etc. Questo vi darà modo di controllare quei pensieri pungenti; individuandoli, infatti, potrete arrestarli non appena si manifestano, evitando che diventino una parte della vostra persona.

Poi, preparate il terreno per vibrazioni positive e pensieri nuovi attraverso la meditazione e il rilassamento. Queste risorse calmano la mente e vi permettono di connettervi con la vostra voce interiore, con l’intuito e con il vostro cuore, da dove provengono solo pensieri che promuovono il benessere. Ci sono diverse tecniche di meditazione, le quali utilizzano diverse risorse, come la respirazione, il silenzio, la musica, e vi aiuteranno a zittire i pensieri tossici, a cancellarli dalla mente per ricominciare con nuovi pensieri positivi.

Infine, osate guardare voi stessi e le situazioni in maniera diversa. Fatevi coraggio e riscrivete la vostra storia, cambiate il corso della vostra esistenza. I limiti esistono solo nella vostra mente. Le possibilità sono infinite.

Entra in sintonia con i pensieri positivi

Per evitare di ritornare di nuovo ai vecchi pensieri tossici, potete adottare diverse soluzioni:

• Dedicate una certa quantità di tempo alla meditazione, al rilassamento e/a agli esercizi di respirazione, almeno una volta alla settimana.
• Fate attività fisica, in quanto sposta l’attenzione dalla mente al corpo e ossigena il cervello.
• Evitate le relazioni tossiche e circondatevi di persone generose ed empatiche, con cui stabilire relazioni costruttive.
• Quando vi trovate davanti persone negative, “illuminatele”, trattandole con gentilezza e pazienza: la bontà si diffonde perché è contagiosa.
• Cercate un contatto con la natura, la cui serenità ed energia vitale vi aiuteranno a disintossicarvi e vi ricorderanno la vostra bellezza interiore.

Ricordate che la vostra vera essenza è al di sopra dei pensieri, i quali vanno e vengono perché la loro natura è effimera e mutevole, quindi non attaccatevi troppo ad essi, ma sintonizzatevi piuttosto con il vostro cuore e il vostro inuito, fonti di grande saggezza.  

Fonte: https://lamenteemeravigliosa.it/pensieri-tossici-vs-pensieri-positivi/

Un pensiero riguardo “Pensieri tossici vs pensieri positivi

  1. Io che ho praticato la meditazione, però, ho imparato che il pensiero negativo non va controllato, cancellato (cosa impossibile perché si ripresenterebbe più insistente di prima), ma piuttosto osservato e lasciato andare. Per la mia esperienza non mi trovo molto d’accordo con la parte centrale dell’articolo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close